È ORA DISPONIBILE LA NUOVA APP
INVESTOR RELATIONS DI MONCLER

OVERVIEW

Il marchio Moncler nasce nel 1952 a Monestier-de-Clermont, sulle montagne vicino a Grenoble, con l’obiettivo principale di costruire sacchi a pelo imbottiti e tende da alta montagna. E’ poi qualche anno dopo che, in risposta ai bisogni dei propri dipendenti che lavoravano a considerevoli altitudini, che l’azienda produce la prima giacca in piuma per climi estremi. Questa vocazione a proteggere dal freddo si evolve durante gli anni fino a diventare un fenomeno globale e un’icona di lusso sportivo.

Nel 2003, quando Remo Ruffini rileva il marchio purtroppo però l’azienda è in forte difficoltà economica. Da lì, ha inizio una nuova vita unita ad un importante percorso di riposizionamento e di sviluppo. A partire da tale data i prodotti Moncler assumono un carattere sempre più unico ed esclusivo espandendosi, selettivamente, a livello globale anche attraverso una rete di negozi monomarca a gestione diretta. Moncler adotta un modello di business integrato e flessibile, volto a controllare direttamente le fasi a maggior valore aggiunto, con una sempre maggiore attenzione a tutte le tematiche di sostenibilità.
Oggi i prodotti Moncler sono presenti in tutti i più importanti mercati mondiali sia attraverso il canale retail, costituito da punti vendita monomarca a gestione diretta (Directly Operated Store, DOS*) e dal negozio online (.com), sia attraverso il canale wholesale, rappresentato da punti vendita multimarca, da shop-in-shop all’interno di department store del lusso e di importanti aeroporti, così come anche da siti online specializzati nella vendita di beni di lusso (e-tailer).

*Include free standing store (negozi su strada), concession (negozi nei department store/mall), travel retail store (negozi negli aeroporti), factory outlet.

STORIA

Le origini del nome sono racchiuse nelle sue radici: Moncler è infatti l’abbreviazione di Monestier-de-Clermont, villaggio di montagna vicino a Grenoble. Qui René Ramillon e Andrè Vincent fondano nel 1952 l’azienda che darà vita al celebre piumino.
All’inizio Moncler produce sacchi a pelo imbottiti, un unico modello di mantella foderata con cappuccio e delle tende con struttura telescopica e copertura esterna. Sono questi articoli robusti e funzionali ad incontrare subito il favore del pubblico, mentre si afferma il nuovo fenomeno sociale delle vacanze in montagna.

MODELLO DI BUSINESS

Moncler adotta un modello di business integrato e flessibile, volto a controllare direttamente le fasi a maggior valore aggiunto, mettendo al centro di ogni azione e decisione la ricerca di una qualità sempre più elevata, la soddisfazione del cliente e l’adozione di stringenti standard di sostenibilità.

LE COLLEZIONI
LA PIUMA
IL PROTOCOLLO DIST
PRODUZIONE
DISTRIBUZIONE
MARKETING E COMUNICAZIONE
BRAND PROTECTION

Il successo di Moncler si fonda su una strategia di brand basata sullo sviluppo di prodotti sempre innovativi seppur fortemente “ancorati” al DNA del Marchio dove tradizione, unicità, qualità, creatività ed innovazione coesistono.

Le collezioni Moncler Uomo e Moncler Donna sono il cuore pulsante del Brand si rivolgono a consumatori diversi e soddisfano molteplici funzioni d’uso. 

L’“Archivioè costituito da capi che si ispirano alle prime collezioni del Marchio e prevedono due diversi sviluppi: uno ispirato ai modelli che rispecchiano gli stili iconici, l’altro con un approccio più creativo che ha l’obiettivo di acquisire una clientela giovane e più attenta alle tendenze. La linea “Sport Chic/Edit” è destinata ad un cliente sofisticato, meno legato ai trend. Mentre la linea “Matt Black” s’ispira ad un consumatore metropolitano che ricerca uno stile più contemporaneo.

C’è poi la collezione “Moncler Enfant” per bambino e bambina da 0 a 14 anni. 

D’importanza strategica sono le collezioni Moncler Genius. Esse vedono la convivenza sotto uno stesso “tetto”, di diverse interpretazioni e visioni del Marchio che continuano a generare nuova energia creativa, rimanendo sempre fedeli all’unicità del Brand. 

Oltre alle linee Moncler Uomo, Moncler Donna, e Moncler Genius, il Brand si completa con le collezioni Moncler Grenoble divenute nel tempo un laboratorio di innovazione tecnologica, oltre che stilistica, per un consumatore sportivo, attento alla performance oltre che al design ed all’innovazione. Le collezioni Moncler Grenoble si identificano in prodotti legati agli sport, principalmente invernali, con funzioni d’uso che vanno dallo sci e snowboard fino a coprire anche altri sport come ad esempio il trekking e hiking. In particolare le collezioni legate allo sci/snowboard si dividono in High Performance, prodotti che garantiscono la massima prestazione, Performance & Style, per un consumatore sportivo ma anche attento alla creatività e Après-Ski per un momento d’uso complementare rispetto alle prime due collezioni.

Completano le collezioni Moncler, le linee dedicate alle calzature e alla pelletteria (borse, zaini e accessori), una linea di occhiali da sole e da vista (Moncler Lunettes) e una fragranza che verrà presentata al mercato entro il 2021.

Il team di stilisti lavora sotto la supervisione di Remo Ruffini, che ne definisce le linee stilistiche. Il dipartimento stile Moncler è coadiuvato dai team merchandising e sviluppo prodotto, che supportano la costruzione della collezione permettendo di “trasformare” in prodotto le idee creative degli stilisti.

Sin dall’inizio della storia di Moncler, la piuma è stata il cuore di ogni suo capospalla.

Grazie alla lunga esperienza maturata e alla continua attività di ricerca e sviluppo, l’Azienda può oggi vantare un’expertise unico rispetto alla conoscenza della materia prima e al processo manifatturiero del capo in piuma.

Moncler richiede ai propri fornitori il rispetto dei più alti standard qualitativi: solo il miglior fiocco di piuma d’oca bianca viene, infatti, impiegato per la realizzazione dei propri capi.

Il contenuto di “fiocco di piumino” e il fill power sono i principali indicatori della qualità della piuma. Tutta la piuma utilizzata nei capi Moncler contiene almeno il 90% di fiocco di piumino ed è dotata di un livello di fill power elevato, uguale o superiore a 710 (pollici cubi per 30 grammi di piumino), traducendosi in capi caldi, soffici, leggeri e capaci di offrire un comfort unico.

La piuma Moncler proviene da Europa, Nord America e Asia. Ogni lotto di piuma è sottoposto ad un duplice controllo che verifica la corrispondenza a 11 parametri fissati dalle più severe normative internazionali e dai restrittivi requisiti di qualità richiesti dall’Azienda. Nel 2020 sono stati effettuati circa 1.100 test.

Per l’Azienda però “qualità” è qualcosa di più: per Moncler è fondamentale anche l’origine della piuma utilizzata e il rispetto del benessere animale, aspetti che, nel processo di acquisto della materia prima, sono tenuti in considerazione al pari della qualità. Da qui l’adozione di un protocollo per garantire e certificare la provenienza della piuma Moncler.

Con l’obiettivo di assicurare l’animal welfare e la piena tracciabilità della piuma, Moncler richiede e verifica che tutte le sue filiere di approvvigionamento rispettino stringenti requisiti enunciati nel Protocollo tecnico Moncler chiamato DIST (Down Integrity System & Traceability).

Il Protocollo norma le modalità di allevamento e di rispetto dell’animale, la tracciabilità e la qualità tecnica della piuma. Dal 2015, Moncler acquista solo piuma che abbia ottenuto la certificazione DIST.

Nel Protocollo il benessere animale è valutato secondo una prospettiva innovativa. Accanto all’approccio tradizionale che considera l’ambiente in cui vive l’animale, il DIST, in linea con gli ultimi orientamenti della Commissione Europea, valuta il benessere basandosi anche su un’attenta e completa osservazione dell’animale attraverso le cosiddette Animal-Based Measure (ABM).

Tra i requisiti chiave che devono essere rispettati ad ogni livello della filiera, si evidenziano:

• la piuma deve essere ricavata esclusivamente da oche allevate e provenienti dalla filiera alimentare;

• non è ammessa alcuna forma di spiumaggio degli animali vivi o di alimentazione forzata.

Come ulteriore passo verso un approccio sempre più circolare, Moncler ha iniziato nel 2021 a riciclare piuma certificata secondo il Protocollo DIST attraverso un processo meccanico innovativo, che consente un risparmio di acqua di circa il 70% rispetto ad un processo tradizionale di riciclo della piuma.

I prodotti Moncler sono ideati, realizzati e distribuiti secondo un modello operativo caratterizzato dal controllo diretto di tutte le fasi a maggiore valore aggiunto.

Moncler gestisce direttamente la fase creativa, l’acquisto delle materie prime, lo sviluppo della prototipia, mentre per le fasi di taglio e confezionamento del capo si avvale sia di produzione interna che di soggetti terzi indipendenti (façonisti). 

L’acquisto delle materie prime rappresenta una delle principali aree della catena del valore. Tutte le materie prime devono rispettare gli standard qualitativi più elevati nel settore, devono essere innovativi ed in grado di offrire caratteristiche avanzate, sia funzionali che estetiche.

L’acquisto dei tessuti e degli accessori del capospalla (bottoni, cerniere, etc.) avviene in Paesi in grado di soddisfare tali standard, principalmente Italia e Giappone.

La fase di confezionamento del capo avviene sia presso produttori terzi (façonisti) sia nello stabilimento produttivo Moncler, costituito nel 2016 in Romania che attualmente impiega oltre 1.100 operai. I façonisti utilizzati da Moncler sono principalmente localizzati in paesi dell’Europa dell’Est, che oggi garantiscono standard qualitativi tra i più elevati nel mondo per la produzione del capospalla in piuma, sui quali la Società attua una supervisione diretta, anche attraverso lo svolgimento di attività di audit volte a verificare aspetti connessi alla qualità del prodotto, alla brand protection e al rispetto delle leggi vigenti, del Codice Etico Moncler e del Codice di Condotta Fornitori del Gruppo.

La strategia di Moncler si pone come obiettivo il controllo della distribuzione, sia essa retail, wholesale o digitale, presente in tutti i più importanti mercati attraverso il canale retail, costituito da punti vendita monomarca a gestione diretta, da concession nei department store del lusso o in alcuni selezionati online multibrand store (e-concession) oltre al negozio online moncler.com. 

È inoltre presente anche attraverso il canale wholesale, rappresentato da punti vendita multimarca, da shop-in-shop all’interno di department store del lusso e di importanti aeroporti, così come anche da siti online specializzati nella vendita di beni di lusso (e-tailer).

Moncler negli ultimi anni sta accelerando sulla trasformazione digitale e, in linea con una visione sempre più integrata tra fisico e online, ha definito una chiara roadmap che porterà il gruppo ad internalizzare il proprio sito online (.com) in tutto il mondo alla fine del 2021.

«Il nostro purpose ci ispira ogni giorno a continuare ad evolvere pur mantenendo sempre forte la nostra unicità. Embrace the extraordinary and discover the Genius within è la nostra ragione d’essere, d’esistere». – Remo Ruffini, Presidente e Amministratore Delegato di Moncler.

Con la nascita del progetto Moncler Genius, il marketing di Moncler è stato rivoluzionato passando dalla presentazione di due collezioni all’anno, al lancio mensile di singoli designer visionari, comunicati attraverso piani editoriali dedicati. 

Ripensare un modello ormai consolidato per il settore ha richiesto cambiamenti a tutti i livelli per ottenere una comunicazione multi-canale, cucita su misura su ogni singola collezione seppur in grado di rimanere sempre coerente ai canoni del Brand. Il messaggio di ogni collezione è amplificato attraverso eventi, sia fisici che digitali. Il risultato è la creazione di una nuova community di giovani Millennial e Gen Z che aspirano a quella fusione di heritage e innovazione che Moncler offre.

A livello di social network, Moncler vede la sua presenza su Instagram, Facebook, Twitter, LinkedIn, TikTok e Youtube. In APAC è presente su WeChat, Weibo, Douyin e RED. In Giappone e Corea del Sud è presente rispettivamente su LINE e Kakao Talk.

Moncler è fortemente impegnata nella salvaguardia del valore, unicità ed autenticità dei propri prodotti e nella difesa dei diritti di Proprietà Intellettuale ed Industriale (PI), basi indispensabili per la tutela dei propri clienti.

In un’ottica di sempre maggior tutela del cliente finale, tutti i prodotti Moncler recano un’etichetta anti-contraffazione caratterizzata dalle migliori soluzioni tecnologiche disponibili sul mercato, in costante evoluzione. Esso presenta un codice alfanumerico univoco, un QRcode ed un tag NFC (Near Field Communication) che permette all’utente finale di registrare il proprio prodotto nella sezione del sito, Moncler code.moncler.com, e di verificarne l’autenticità.

VALORI E PURPOSE

Moncler è per sua natura un Brand sempre in evoluzione, proiettato alla reinvenzione e allo sviluppo continuo, i cui valori con il tempo si sono arricchiti di nuovi significati pur rimanendo sempre fedeli a sé stessi.

I CINQUE VALORI DI MONCLER

PUSH FOR HIGHER PEAKS
BRING OTHER VOICES IN
EMBRACE CRAZY
KEEP WARM
PLAN BEYOND TOMORROW

Cerchiamo sempre di fare meglio, come individui e come azienda. Ispirati dalla continua ricerca dell’eccellenza, non ci stanchiamo mai di imparare e di ridefinire le regole. Non ci accontentiamo mai.

Siamo sempre aperti ad accogliere voci differenti. Lasciamo che il talento di ciascuno si esprima e per questo celebriamo ed incoraggiamo le prospettive di tutti. Viviamo di molteplicità e dialoghiamo con tutte le generazioni. Nella diversità troviamo grande armonia.

Siamo unici e non convenzionali. Diamo spazio al nostro genio interiore e crediamo nel potere della creatività. Con grande rigore trasformiamo in realtà sogni coraggiosi e idee che possono sembrare irraggiungibili. Spesso sono le idee più folli che si rivelano geniali e alimentano la nostra energia.

Siamo nati per proteggere dal freddo e ogni giorno portiamo il calore delle relazioni umane in tutto quello che facciamo. Celebriamo i grandi e piccoli risultati con empatia e fiducia.

Definiamo i nostri progetti con una visione del domani coraggiosa e responsabile. Guardiamo lontano per disegnare un futuro che superi le convenzioni e per rispondere con azioni concrete alle sfide sociali e ambientali che il mondo deve affrontare.

PRINCIPALI INDICATORI FINANZIARI

 

RICAVI PER CANALE DISTRIBUTIVO

Esercizio 2020 Esercizio 2019 Variazione %
(Euro/000) % (Euro/000) % Cambi correnti Cambi costanti
Retail 1.089.496 75,6% 1.256.918 77,2% -13% -12%
Wholesale 350.913 24,4% 370.787 22,8% -5% -5%
Ricavi Totali 1.440.409 100,0% 1.627.704 100,0% -12% -11%

RICAVI PER AREA GEOGRAFICA

Esercizio 2020 Esercizio 2019 Variazione %
(Euro/000) % (Euro/000) % Cambi correnti Cambi costanti
Asia 717.860 49,8% 715.244 43,9% +0% +2%
EMEA 379.538 26,3% 463.530 28,5% -18% -18%
Italia 122.345 8,6% 184.989 11,4% -34% -34%
Americhe 220.666 15,3% 263.942 16,2% -16% -15%
Ricavi Totali 1.440.409 100,0% 1.627.704 100,0% -12% -11%

RETE DISTRIBUTIVA MONOMARCA

31/12/2020 31/12/2019 Aperture nette Esercizio 2020
Retail Monomarca 219 209 10
Asia 104 104 -
EMEA 61 56 5
Italia 19 19 -
Americhe 35 30 5
Wholesale Monomarca 63 64 (1)

IL CAPITALE UMANO

2020 2019
Italia 1.027 962
EMEA 1.655 1.631
Asia 1.102 1.076
Americhe 307 306
Totale 4.091 3.975
di cui Retail Diretto 1.825 1.844

Nel 2020 Moncler ha impiegato 4.091 dipendenti Full Time Equivalent (FTE) medi, mentre il numero di dipendenti puntuali al 31 dicembre è stato pari a 4.398 persone, di cui circa il 48% impiegati nei negozi diretti. La distribuzione per area geografica, sostanzialmente invariata rispetto al 2019, vede l’area EMEA (inclusa l’Italia) impiegare il 65% del totale FTE, seguono l’Asia con il 27% e le Americhe con l’8%.