WHISTLEBLOWING

Come Organizzazione, Moncler si impegna ad operare in modo etico e chiede e si aspetta dai suoi i) dipendenti e dirigenti, ii) consulenti, collaboratori, lavoratori interinali e liberi professionisti, iii) partner terzi quali appaltatori, fornitori, clienti wholesale, ecc., nonché iv) componenti degli organi sociali di tutte le Società del Gruppo, un comportamento allineato a:

  • • Codice Etico di Gruppo;
  • • Valori di Gruppo;
  • • Modello di organizzazione, gestione e controllo ex Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n.231;
  • • Leggi e regolamenti applicabili.

A tal fine, Moncler ha strutturato regole di whistleblowing per garantire un canale certo e confidenziale di informazione su potenziali non conformità rispetto alle norme etiche, ai principi Moncler o alle leggi e regolamenti applicabili. L’applicazione di queste regole è limitato ai casi in cui l’informatore sia in buona fede e ragionevolmente creda si sia verificato, ovvero si stia verificando o sia probabile che si verifichi uno dei seguenti eventi:

  • • modalità di gestione degli affari tali da costituire un reato o una violazione della legge (per esempio frode, corruzione, estorsione, furto);
  • • mancato rispetto delle leggi in materia di Salute e Sicurezza sul lavoro;
  • • mancato rispetto delle leggi in materia di Ambiente;
  • • abusi verbali o fisici, molestie sessuali, razzismo, discriminazione o qualsiasi altra condotta e comportamento immorale;
  • • discriminazione sulla base del sesso, razza, disabilità o religione;
  • • malcostume o cattiva condotta professionale;
  • • nepotismo;
  • • qualsiasi altra grave irregolarità, anche con riferimento a quanto previsto dal Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo di cui al decreto legge n. 231/2001;
  • • occultamento intenzionale di una delle precedenti.

La procedura non deve essere utilizzata per:

  • • contestazioni personali;
  • • accuse non fondate.

Moncler incoraggia qualsiasi informatore a parlare in modo franco e garantisce la riservatezza contro qualsiasi danno o ritorsione. Tuttavia, qualora l’informatore ritenga sia più opportuno che la comunicazione rimanga anonima, può fare una segnalazione anonima. Moncler prende in considerazione e analizza le segnalazioni anonime in base a:

  • • la gravità della questione sollevata;
  • • la credibilità della questione contestata;
  • • quanto è probabile che la questione sollevata sia confermata da fonti certe.

FAI WHISTLEBLOWING
CLICCA QUI

In ogni caso, l’anonimato è garantito fino a quando la riservatezza dell’identità sia opponibile di fronte alla legge.
In alternativa, potete spedire una e-mail all’indirizzo di posta whistleblowing@moncler.com o una lettera intestata a:

Industries S.p.A.
Whistleblowing
Via Venezia, 1
35010 Trebaseleghe (PADOVA) – ITALY