Il sistema di Controlli Interni è l’insieme delle regole, delle procedure e delle strutture organizzative volte a consentire, attraverso un adeguato processo di identificazione, misurazione, gestione e monitoraggio dei principali rischi, una conduzione dell’impresa sana, corretta e coerente con gli obiettivi prefissati.

 

Un efficace Sistema di Controllo Interno e di gestione dei rischi contribuisce a garantire la salvaguardia del patrimonio sociale, l’efficienza e l’efficacia delle operazioni aziendali, l’affidabilità dell’informazione finanziaria, il rispetto di leggi e regolamenti.
Rivestono un ruolo rilevante nel Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi:
• Consiglio di Amministrazione

• Amministratore con delega al Sistema di Controllo interno e di Gestione dei Rischi (Sergio Buongiovanni)
• Comitato Controllo Rischi e Sostenibilità

Collegio Sindacale
Società di Revisione
• Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari (Luciano Santel);
Direttore Internal Audit di Gruppo
Organismo di Vigilanza

DIREZIONE INTERNAL AUDIT

È stata istituita con delibera del Consiglio di Amministrazione in data 31 ottobre 2013, con efficacia contestualmente all’avvio delle negoziazioni delle azioni ordinarie sul MTA il 16/12/2014. Il Direttore Internal Audit non è responsabile di alcuna area operativa e dipende gerarchicamente dal Consiglio di Amministrazione di Moncler S.p.A. E’ incaricata di verificare l’operatività e l’idoneità del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi dell’Emittente Moncler S.p.A. e del Gruppo Moncler, a supporto del Consiglio di Amministrazione, degli Organi societari con funzioni di controllo e vigilanza e più in generale del Management.

A tale scopo, la Direzione Internal Audit svolge un’attività indipendente e obiettiva di assurance e consulenza finalizzata al miglioramento delle operazioni aziendali, attraverso un approccio professionale sistematico teso a generare valore aggiunto e tramite la valutazione e lo sviluppo dei processi di controllo interno, di gestione dei rischi e di governance.

RICCARDO GREGHI (Direttore Internal Audit)

Nato a Bondeno (FE) il 19 gennaio 1977, Riccardo Greghi consegue la laurea in Economia Aziendale presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia nel 2000. Dopo 5 anni di consulenza in ambito risk advisory, entra a far parte del Gruppo Mediaset nella Direzione Internal Auditing di Gruppo e acquisisce le certificazioni internazionali qualificanti la professione svolta (CIA, CCSA, CRMA).

Dal 2012 al 2015 è Head of Internal Audit & Corporate Social Responsibility del Gruppo YOOX, dove è membro dell’Organismo di Vigilanza della Capogruppo YOOX S.p.A. Dal 9 novembre 2015  è Internal Audit Director del Gruppo Moncler e membro interno degli Organismi di Vigilanza delle Società Moncler S.p.A. e Industries S.p.A.

ORGANISMO DI VIGILANZA - MODELLO AI SENSI DEL D.LGS 231/01

Ente istituito dal Consiglio di Amministrazione in data 28 marzo 2014, l’Organismo di Vigilanza di Moncler S.p.A. è stato rinnovato come mandato in data 10 maggio 2016. Di costituzione collegiale, è composto da 3 membri:

 

– Membro esterno e Presidente: Lorenzo Mauro Banfi

– Membro esterno: Carlo Alberto Marchi

– Membro interno e Direttore Internal Audit di Gruppo: Riccardo Greghi

 

All’Organismo di Vigilanza è richiesto di vigilare sull’adeguatezza ed effettività del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo istituito con le finalità di presidiare le aree di rischio identificate ai sensi del Decreto Legislativo 231/01 sulla responsabilità amministrativa delle Società.

 

*Carlo Alberto Marchi è stato nominato quale membro dell’Organismo di Vigilanza dal Consiglio di Amministrazione di Moncler S.p.A. del 12 maggio 2015.

 

 

  Visualizza il Modello 231/01 di Industries S.p.A.
  Visualizza il Modello 231/01 di Moncler S.p.A.
WHISTLEBLOWING

Moncler ha strutturato regole di whistleblowing per garantire un canale certo e confidenziale di segnalazione di potenziali non conformità rispetto alle norme etiche, ai principi Moncler o alle leggi e regolamenti applicabili. I segnalatori possono essere interni o esterni al Gruppo e possono avvalersi dell’anonimato.