È ORA DISPONIBILE LA NUOVA APP
INVESTOR RELATIONS DI MONCLER

Il sistema di Controlli Interni è l’insieme delle regole, delle procedure e delle strutture organizzative volte a consentire, attraverso un adeguato processo di identificazione, misurazione, gestione e monitoraggio dei principali rischi, una conduzione dell’impresa sana, corretta e coerente con gli obiettivi prefissati.

 

Un efficace Sistema di Controllo Interno e di gestione dei rischi contribuisce a garantire la salvaguardia del patrimonio sociale, l’efficienza e l’efficacia delle operazioni aziendali, l’affidabilità dell’informazione finanziaria, il rispetto di leggi e regolamenti.
Rivestono un ruolo rilevante nel Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi:
• Consiglio di Amministrazione

• Amministratore con delega al Sistema di Controllo interno e di Gestione dei Rischi (Sergio Buongiovanni)
• Comitato Controllo Rischi e Sostenibilità

Collegio Sindacale
Società di Revisione
• Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari (Luciano Santel);
Direttore Internal Audit di Gruppo
Organismo di Vigilanza

DIREZIONE INTERNAL AUDIT

È stata istituita con delibera del Consiglio di Amministrazione in data 31 ottobre 2013, con efficacia contestualmente all’avvio delle negoziazioni delle azioni ordinarie sul MTA il 16/12/2014. Il Direttore Internal Audit non è responsabile di alcuna area operativa e dipende gerarchicamente dal Consiglio di Amministrazione di Moncler S.p.A. E’ incaricata di verificare l’operatività e l’idoneità del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi dell’Emittente Moncler S.p.A. e del Gruppo Moncler, a supporto del Consiglio di Amministrazione, degli Organi societari con funzioni di controllo e vigilanza e più in generale del Management.

A tale scopo, la Direzione Internal Audit svolge un’attività indipendente e obiettiva di assurance e consulenza finalizzata al miglioramento delle operazioni aziendali, attraverso un approccio professionale sistematico teso a generare valore aggiunto e tramite la valutazione e lo sviluppo dei processi di controllo interno, di gestione dei rischi e di governance.

ORGANISMO DI VIGILANZA - MODELLO AI SENSI DEL D.LGS 231/01

Ente istituito dal Consiglio di Amministrazione in data 28 marzo 2014, l’Organismo di Vigilanza di Moncler S.p.A. è stato rinnovato con un nuovo mandato in data 10 maggio 2016. Di costituzione collegiale, è composto da 3 membri:

 

– Membro esterno e Presidente: Lorenzo Mauro Banfi

– Membro esterno: Carlo Alberto Marchi

– Membro interno e Direttore Internal Audit di Gruppo: Riccardo Greghi

 

All’Organismo di Vigilanza è richiesto di vigilare sull’adeguatezza ed effettività del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo, istituito con le finalità di presidiare le aree di rischio identificate ai sensi del Decreto Legislativo 231/01 sulla responsabilità amministrativa delle Società.

 

A garanzia della compliance al D.Lgs. 231/01, la Società ha svolto e aggiorna periodicamente un’analisi del contesto aziendale, l’identificazione dei reati individuati dal Decreto che sono ritenuti applicabili per la Società, un’analisi delle aree di attività che presentino profili potenziali di rischio in relazione alla commissione dei reati indicati, un’analisi dell’adeguatezza dei presidi di controllo organizzativi e di processo e delle procedure aziendali finalizzate a prevenire i suddetti reati.

 

Con riferimento alle aree qualificate nel Modello potenzialmente “a rischio”, dietro mandato dell’Organismo di Vigilanza la Funzione Internal Audit di Moncler esegue verifiche periodiche sul rispetto dei controlli previsti dal Modello stesso e dalle procedure aziendali. Dette aree aziendali vengono inoltre monitorate semestralmente dall’Organismo di Vigilanza tramite il ricevimento e l’analisi di flussi informativi specifici provenienti dai dipartimenti aziendali competenti, con l’obiettivo di identificare eventi significativi con eventuale impatto sulle aree a potenziale rischio di reato, ovvero di monitorare come dette aree siano presidiate dall’azienda a livello organizzativo, procedurale e di controlli interni.

 

L’organismo di Vigilanza riporta almeno semestralmente al Consiglio di Amministrazione in merito alle attività svolte.

 

*Carlo Alberto Marchi è stato nominato quale membro dell’Organismo di Vigilanza dal Consiglio di Amministrazione di Moncler S.p.A. del 12 maggio 2015.

  Visualizza il Modello 231/01 di Industries S.p.A.
  Visualizza il Modello 231/01 di Moncler S.p.A.
WHISTLEBLOWING

Moncler ha strutturato regole di whistleblowing per garantire un canale certo e confidenziale di segnalazione di potenziali non conformità rispetto alle norme etiche, ai principi Moncler o alle leggi e regolamenti applicabili. I segnalatori possono essere interni o esterni al Gruppo e possono avvalersi dell’anonimato.

CERCA MONCLERGROUP.COM: