PIANO DI SOSTENIBILITÀ

Con il suo primo Piano di Sostenibilità, Moncler comunica agli stakeholder i propri indirizzi strategici per il medio-lungo termine in materia di sostenibilità. Il Piano è l’espressione dell’impegno del Gruppo verso uno sviluppo sempre più sostenibile e responsabile e verrà aggiornato di anno in anno al fine di rendere conto dello stato di implementazione dei progetti e di fissare nuovi obiettivi in un’ottica di miglioramento continuo, nella consapevolezza che la sostenibilità non ha un punto d’arrivo ma resta una sfida continua.

 

L’Unità di Sostenibilità individua, in collaborazione con i responsabili delle funzioni rilevanti, le aree di miglioramento e i relativi progetti e, su questa base, formula una proposta di Piano di Sostenibilità (fase di pianificazione).

In seguito il Piano viene sottoposto al Comitato Tecnico di Sostenibilità che ne analizza i contenuti e la fattibilità. In fase finale il Piano è valutato dal Comitato Controllo, Rischi e Sostenibilità che ne verifica la coerenza con la strategia del Gruppo ed esprime il suo parere al Consiglio di Amministrazione al quale spetta l’approvazione formale. La responsabilità del raggiungimento degli obiettivi inclusi nel Piano di Sostenibilità fa capo ai referenti delle funzioni coinvolte, che hanno risorse, strumenti e know-how necessari per l’implementazione (fase di gestione).

A garanzia del rispetto degli impegni presi, l’Unità di Sostenibilità chiede conto dello stato di avanzamento dei progetti e, a sua volta, informa il Comitato Controllo, Rischi e Sostenibilità (fase di controllo). Il Piano di Sostenibilità si focalizza su alcune direttrici principali, riportate nella grafica sottostante, con l’obiettivo di portare l’Azienda verso una sempre più completa integrazione degli aspetti ambientali e sociali nel proprio modo di operare.

CORPORATE GOVERNANCE E SOSTENIBILITÀ

Promuovere la cultura della Sostenibilità nel Gruppo

AZIONI

RISULTATI 2015

OBIETTIVI

BLOCCO 1

AZIONI

Implementazione di un sistema di gestione integrata della sostenibilità che includa aspetti ambientali e sociali nelle decisioni di business

RISULTATI 2015

• Il Comitato Controllo e Rischi all’interno del Consiglio di Amministrazione diventato il Comitato Controllo, Rischi e Sostenibilità

• Costituito il Comitato Tecnico di Sostenibilità

• Definito il primo Piano di Sostenibilità

• Predisposto il primo Bilancio di Sostenibilità

OBIETTIVI

2016 Inclusione di aspetti di sostenibilità nel questionario di autovalutazione dei membri del Consiglio di Amministrazione

2016 Presentazione del primo Bilancio di Sostenibilità e del primo Piano di Sostenibilità all’Assemblea degli Azionisti

BLOCCO 2

AZIONI

Monitoraggio di Key Performance Indicator (KPI) per aspetti extra finanziari

RISULTATI 2015

• Avviata la rendicontazione di aspetti extra finanziari secondo lo standard GRI-G4

OBIETTIVI

2016 Incremento dei KPI rendicontati

2017 Analisi delle richieste informative delle società di rating sostenibile e avvio della rilevazione di ulteriori KPI

BLOCCO 3

AZIONI

Inserimento di aspetti ambientali e sociali negli obiettivi dei dipendenti

RISULTATI 2015

• Inseriti aspetti ambientali e sociali negli obiettivi dei dirigenti senior

OBIETTIVI

2016 Inserimento di aspetti ambientali e sociali negli obiettivi dei dipendenti e del management coinvolti nell’implementazione del Piano di Sostenibilità

BLOCCO 4

AZIONI

Organizzazione di incontri di formazione in aula o via web per sensibilizzare i dipendenti sulle tematiche di sostenibilità

RISULTATI 2015

OBIETTIVI

2016 Organizzazione di incontri di formazione nelle sedi corporate italiane

2017 Estensione dell’attività di formazione negli altri Paesi in cui opera il Gruppo

Mantenere il sistema di corporate governance e quello di gestione del rischio allineati alle best practice internazionali

Integrare le tematiche di sostenibilità nel dialogo con gli stakeholder

RISORSE UMANE

Coinvolgere i dipendenti e soddisfare le loro aspettative

Offrire pari opportunità

Valorizzare i talenti

Promuovere e supportare il benessere dei dipendenti

Continuare a migliorare la salute e la sicurezza

Prevenire lo stress lavoro-correlato

PRODOTTO E CATENA DI FORNITURA

Promuovere una catena di fornitura responsabile

IMPATTO AMBIENTALE

Incrementare l’efficienza energetica e ridurre le emissioni di CO2

Utilizzare carta proveniente da fonti responsabili

Diminuire l’impatto ambientale dell’esperienza di acquisto

Sensibilizzare i dipendenti all’impatto ambientale delle azioni quotidiane e promuovere comportamenti virtuosi

RAPPORTO CON IL CLIENTE

Ridefinire l’intera organizzazione retail per renderla sempre più centrata sul cliente

SVILUPPO E SUPPORTO DELLE COMUNITÀ

Sostenere la ricerca scientifica attraverso liberalità, iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi