È ORA DISPONIBILE LA NUOVA APP
INVESTOR RELATIONS DI MONCLER

Moncler opera in un contesto internazionale e multiculturale, e considera la diversità un capitale da valorizzare e al tempo stesso una fonte di vantaggio competitivo per l’Azienda.

Accogliere tutti, valorizzare le diversità sempre, esprimersi liberamente, sono elementi integranti nella cultura aziendale, nonché fattori determinanti per il modello di crescita e il modo di fare impresa. Moncler vive di molteplicità e dialoga con tutte le generazioni e le culture consapevole di come la diversità costituisca un fattore imprescindibile e arricchente.

Così come definito nel Codice Etico e in linea con un approccio inclusivo, non è tollerata nessuna forma di discriminazione sulla base di origine etnica, colore della pelle, genere, orientamento sessuale, religione, nazionalità, età, opinione politica, affiliazione sindacale, stato civile, disabilità fisica o mentale e qualsiasi altro stato o caratteristica personale. Il rispetto della diversità e delle pari opportunità e la prevenzione di ogni tipo di discriminazione, rappresentano princìpi che Moncler si impegna a garantire in ogni fase del rapporto di lavoro, dal processo di selezione alla definizione del salario, alle opportunità di crescita professionale, fino alla gestione della fase di conclusione del rapporto di lavoro.

Nel 2020 Moncler si è impegnata a rafforzare la cultura dell’inclusione e a valorizzare la diversità, dentro e fuori l’Azienda, avviando un percorso di Diversity & Inclusion (D&I). A tal fine è stato istituito il Comitato per la Diversità e Inclusione, un gruppo di lavoro composto dalle funzioni People & Organization, Legal Affairs, Sostenibilità, Marketing e Comunicazione che riporta al Comitato Nomine e Remunerazione circa le iniziative prese e sviluppate nel corso dell’anno di riferimento e che sarà supportato da esperti esterni. Questi ultimi forniranno consulenza su temi specifici e, in generale, una prospettiva esterna.

Il Comitato per la Diversità e Inclusione ha l’obiettivo di valutare le attuali politiche e iniziative interne, definendo una chiara visione che, in coerenza e sinergia con quella di business, permetta a Moncler di raggiungere livelli distintivi nell’ambito D&I, sviluppando aree di miglioramento, avviando nuove iniziative e progetti sulla diversità, monitorando e misurando costantemente i progressi compiuti, con un’attenzione particolare alle peculiarità delle comunità dove il Gruppo opera. Si tratta di un percorso di rafforzamento culturale che parte da radici profonde e che trova riscontro nei valori aziendali, di cui “Bring other voices in” rappresenta la capacità dell’Azienda di vivere di molteplicità e di

trovare armonia nelle diversità; e “Keep warm”, che sottolinea l’importanza di un contesto lavorativo dove le persone possano sentirsi sempre accettate e parte di un gruppo coeso e unito e dove ciascuno sia incoraggiato a raggiungere la propria piena potenzialità.

Avvicinare persone con formazione, esperienze, patrimoni socio-culturali diversi, da sempre consente al Gruppo di cogliere al meglio le sfide di un mercato che è sempre più globale e senza confini. A testimonianza di questo modo di operare, nelle sole sedi corporate italiane sono presenti dipendenti di 39 diverse nazionalità. In tale contesto, nel 2020, hanno rivestito un ruolo importante le sessioni di cultural awareness sviluppate al fine di promuovere la conoscenza e il rispetto delle diversità geografiche e fornire degli indirizzi su comportamenti e modalità di comunicazione più corretti ed efficaci da seguire con i colleghi di culture diverse.

Nella Region America con l’obiettivo di rafforzare la conoscenza del tema D&I, sono stati sviluppati ed erogati quattro corsi e-learning con l’obiettivo di spiegare cosa si intende per diversità e inclusione, in che modo promuovere un’organizzazione inclusiva, come i pregiudizi inconsci (unconsciuos bias) influenzano le decisioni e come prevenire le molestie sul posto di lavoro.

Nel 2020 l’analisi di clima interno, MONVoice è stata arricchita con una sezione ad hoc sulla Diversity & Inclusion, all’interno della quale viene richiesto ai dipendenti di dare la loro personale visione sul tema, fornendo suggerimenti concreti su possibili azioni future.

Nel corso del 2020 sono state, inoltre, lanciate delle iniziative volte alla crescita di consapevolezza e alla promozione della diversità e inclusione. Tra queste: la Future Academy, avviata con The Face e Girl Up un programma globale di leadership development dedicato a ragazze e giovani donne.

Nel corso dell’anno l’Azienda ha ricevuto una segnalazione per presunto caso di discriminazione, relativo a un dipendente della controllata Moncler USA Inc. Al termine della fase di valutazione, tale episodio non è stato riconosciuto come caso di discriminazione e le risultanze delle verifiche sono state condivise con il dipendente nella seconda metà del 2020. Moncler riconosce l’importanza di mantenere e promuovere i Diritti Umani e rispettare i diritti dei lavoratori, in linea con i princìpi enunciati nel Codice Etico, pertanto si impegna a comunicare con trasparenza gli sviluppi e le modalità di risoluzione di ogni caso di presunta discriminazione emerso.

La consapevolezza del valore e delle opportunità derivanti dalle diversità culturali, si concretizza anche nella massima fiducia che Moncler dimostra nel personale e management di provenienza locale.

Per quanto riguarda le differenze tra generi, il peso percentuale delle donne, sul totale dell’organico è predominante. La presenza femminile si attesta, infatti, al 72%, sostanzialmente in linea con il 2019.

La percentuale di donne è alta in tutte le aree geografiche e in tutte le categorie professionali: nella fascia manageriale (manager, dirigenti e dirigenti senior) è pari al 56% equivalente a 260 donne (10% in più rispetto al 2019).

Le donne rappresentano il 73% della popolazione a tempo indeterminato e il 66% di quella a tempo determinato. Il 71% dei contratti trasformati a tempo indeterminato nel corso del 2020 sono di donne (107).

Nel 2020 continua la crescita dell’incidenza (68%) delle donne con contratti a tempo indeterminato e a tempo pieno sul totale della popolazione a tempo indeterminato.

Analizzando la suddivisione di genere in termini di anzianità aziendale, distribuzione per fascia d’età, livello di istruzione, non si evidenziano fenomeni diversi dal trend generale.

Moncler si impegna ad offrire un equo livello retributivo, che riflette il livello di competenza, le capacità e l’esperienza professionale di ogni individuo, assicurando l’applicazione del principio di pari opportunità ed evitando il rischio di discrezionalità. Eccetto la categoria dei manager, i livelli retributivi tra uomini e donne evidenziano degli scostamenti tra il 6% e il 12%.

L’inserimento di persone diversamente abili è anch’esso un tema in cui l’Azienda si sta impegnando da tempo. Moncler gestisce la diversità conformemente alle regole e alle prassi previste dalle leggi applicabili e incentiva i diversi dipartimenti aziendali all’inserimento di persone diversamente abili. Ogni inserimento viene valutato rispettando e contemperando le esigenze e le capacità di ogni singola persona, prevedendo le corrette postazioni di lavoro ed eventualmente modulando l’orario lavorativo. Così facendo, le persone vengono tutelate e messe nelle condizioni di poter dare il meglio di sé.

Al 31 dicembre 2020, i dipendenti diversamente abili in Italia, Romania, Francia, Giappone e Sud Corea erano 56, in linea con il 2019. Nei prossimi anni, il Gruppo continuerà a pianificare l’inserimento di ulteriori persone, con diversi gradi di disabilità, anche attraverso la collaborazione con gli enti istituzionali preposti all’inserimento lavorativo mirato.

DIPENDENTI PER CATEGORIA PROFESSIONALE PER GENERE
PRESENZA FEMMINILE
DIPENDENTI PER ETNIA (REGION AMERICHE)
THE FACE E MONCLER LANCIANO FUTURE ACADEMY, L’INCUBATORE PER I CREATIVI

Nel 2020 Moncler ha iniziato a collaborare con il magazine inglese The Face, per lanciare Future Academy, un programma che fornisce opportunità formative retribuite per i giovani che vogliono entrare nell’industria creativa, permettendo loro di acquisire nuove capacità e consolidando una serie di contatti di grande valore per il loro futuro.

Durante il mese di novembre in collaborazione con Create Jobs è stata avviata la ricerca dei due candidati che potranno prendere parte a questo programma, ponendo particolare attenzione

ai background meno rappresentati, in un’ottica di inclusività. Sono stati reclutati tirocinanti tenendo conto delle categorie sottorappresentate nell’industria creativa, come persone di colore, asiatiche e appartenenti a gruppi etnici minoritari, della comunità LGBTQI+, con

disabilità o provenienti da contesti socio-economici in difficoltà.

I due giovani selezionati avranno la possibilità di intraprendere un tirocinio retribuito sia presso la sede di The Face a Londra, sia presso quella di Moncler a

Milano, seguendo un programma su misura sotto la guida di leader del settore, per offrire loro un corso intensivo a 360° sul mondo del media e della creatività, con l’obiettivo finale di creare un progetto editoriale per The Face. In aggiunta alle due posizioni lavorative, Future Academy coinvolgerà 50 giovani appartenenti a categorie sottorappresentate e garantirà loro libero accesso a masterclass online e ad attività di virtual mentorship ideate da The Face e dal suo network di creativi.

MONCLER E GIRL UP PER SOSTENERE L’UGUAGLIANZA DI GENERE

Il progetto MONCLER GENIUS 2020 ha collaborato con Girl Up, iniziativa globale di leadership development dedicato a ragazze e giovani donne.

Dalla collaborazione è nata una giacca a vento foldable, in edizione limitata, realizzata in nylon nero, tessuto signature del brand, e arricchita dai loghi di 2 MONCLER 1952 e di Girl Up. “IT’S HER RIGHT” è lo statement riportato a grandi lettere che riflette la convinzione della designer, Veronica Leoni, che ogni ragazza ha il diritto di crearsi il proprio posto

all’interno della società senza barriere che ne ostacolino il percorso.

Nata per opera della Fondazione delle Nazioni Unite nel 2010, Girl Up incoraggia le giovani donne a diventare leader nel movimento per l’uguaglianza di genere. Veronica Leoni è un’appassionata sostenitrice delle pari opportunità e della solidarietà al femminile e crede fortemente nel cambiamento positivo che possono apportare alla società. Le sue collezioni sono una celebrazione dell’energia potente e raffinata delle donne, e proprio per questo

la partnership con Girl Up è stata una scelta naturale. Moncler ha inoltre partecipato al progetto con una donazione e con la produzione di t-shirt con lo slogan “IT’S HER RIGHT”, che sono state indossate dalle teen advisor di Girl Up per sensibilizzare sull’uguaglianza di genere e per celebrare tutte le ragazze che fanno sentire la propria voce e si impegnano a sostenere il movimento per promuovere le capacità delle donne, i loro diritti e l’opportunità di essere leader.