È ORA DISPONIBILE LA NUOVA APP
INVESTOR RELATIONS DI MONCLER

LA STRATEGIA DI MONCLER

Fin dal 2003, l’obiettivo di Moncler è stato quello di perseguire uno sviluppo sostenibile e responsabile nel segmento dei beni di lusso a livello mondiale, in armonia e coerentemente all’unicità del proprio heritage.
La strategia di Moncler è strettamente correlata alla filosofia ed ai valori del Gruppo e si fonda su sei pilastri.

 

Identità e unicità di posizionamento
Il brand Moncler ha un heritage unico che costituisce il suo asset principale e che ne permea tutta la strategia. Heritage, qualità, unicità, coerenza definiscono e caratterizzano ogni prodotto Moncler, un brand che sopravvive alle mode, perché il vero lusso oggi è avere un prodotto di altissima qualità che dura nel tempo.

 

Marchio globale senza filtri con il mercato
Negli ultimi anni Moncler ha seguito una strategia di crescita ispirata a due principi fondamentali, fortemente disegnati e voluti dal proprio Presidente ed Amministratore Delegato Remo Ruffini: diventare un marchio globale e non avere filtri con il mercato. È così che oggi l’86% del fatturato Moncler è generato fuori dall’Italia. Questo obiettivo è stato raggiunto mantenendo sempre un forte controllo sul business e un contatto diretto con il proprio cliente, sia esso wholesale, retail o digitale.

 

Selettivo ampliamento della gamma prodotti
Grazie alla sua tradizione e alla credibilità guadagnata negli anni, Moncler ha consolidato a livello mondiale un posizionamento di leadership nel segmento del capospalla in piuma alto di gamma. Il Gruppo sta attuando una selettiva espansione in categorie merceologiche complementari al proprio core business dove ha, o è in grado di raggiungere, un’elevata riconoscibilità ed un forte know-how. “Fare prodotti speciali con un approccio da specialista” è da sempre il motto di Moncler che guiderà anche le scelte future.

 

Rapporto diretto con il proprio cliente, per continuare a sorprenderlo
Avere un rapporto diretto con i propri clienti, riuscire a coinvolgerli e sapere intuire le loro aspettative anche le più inespresse, sono i capisaldi del rapporto che Moncler intende sviluppare con il proprio consumatore per non smettere mai di stupirlo.

 

Sviluppo del canale digitale
Moncler crede che il canale digitale sia uno strumento fondamentale ed imprescindibile di comunicazione del brand e di crescita del business a livello globale.

 

Crescita sostenibile che porti valore a tutti gli stakeholder
Da tempo il Brand sta rafforzando il suo impegno verso uno sviluppo sostenibile e responsabile di lungo periodo che risponda alle aspettative degli stakeholder in un’ottica di creazione di valore condiviso.

Evoluzione Prevedibile della Gestione

Per l’esercizio 2017, il management Moncler prevede uno scenario di ulteriore crescita, sulla base di chiare linee strategiche, coerentemente delineate con l’obiettivo di continuare a rafforzare l’heritage unico del Brand.

 

Consolidamento dei mercati chiave. Moncler vuole continuare a consolidare la propria presenza nel mercato domestico e nei principali mercati internazionali, anche attraverso lo sviluppo della rete di negozi monomarca retail (DOS), un controllato ampliamento della superficie media degli stessi, lo sviluppo di negozi monomarca wholesale (SiS) e il rafforzamento del canale digitale.

 

Sviluppo internazionale. Negli anni Moncler ha seguito una strategia di crescita internazionale mantenendo sempre un forte controllo sul business e un contatto diretto con il proprio cliente, sia wholesale che retail.

 

Attenta espansione della gamma prodotti. Il Gruppo sta attuando una selettiva espansione in categorie merceologiche complementari al proprio core business dove ha, o èin grado di raggiungere, un’elevata riconoscibilitàed un forte know-how.

 

Focalizzazione sul consumatore. Avere un rapporto diretto con i propri clienti, riuscire a coinvolgerli e sapere intuire le loro aspettative sono i capisaldi del rapporto che Moncler intende sviluppare con il proprio consumatore, in particolare con il consumatore locale, asset fondamentale di crescita futura.

 

Sviluppo sostenibile del business. Da tempo il brand sta rafforzando il suo impegno verso uno sviluppo sostenibile e responsabile di lungo periodo che risponda alle aspettative degli stakeholder in un’ottica di creazione di valore condiviso.

2003  Remo Ruffini acquista il marchio Moncler

2005  I fondi di private equity Mittel S.p.A e Progressio S.g.r S.p.A fanno il loro ingresso in Moncler

2007  Prima boutique urbana Moncler a gestione diretta

2008  Il fondo di private equity Carlyle fa il suo ingresso in Moncler

2009  Costituzione della joint-venture Moncler Japan Corp.

2011  Eurazeo, attraverso il veicolo ECIP M, finalizza l’acquisizione di una partecipazione pari al 45% del capitale sociale Moncler

2013  Il 16 dicembre 2013 Moncler (MONC IM; MONC MI) fa il suo debutto alla Borsa italiana

2015  Costituzione della joint venture in Corea del Sud, Moncler Shinsegae Inc.

2016  Il fatturato di Moncler supera la soglia del miliardo di euro

Corporate Presentation
  Corporate Presentation
FACTSHEET
  Factsheet
CERCA MONCLERGROUP.COM: